Progetto


Il progetto

Il turismo è uno degli asset di sviluppo delle politiche regionali capace di generare rilevanti ricadute occupazionali ed allo stesso tempo di offrire opportunità di diversificazione e di integrazione, ma presenta ancora grandi margini di sviluppo e potenzialità inespresse. Perché il territorio riesca ad intercettare pienamente la domanda di servizi e prodotti turistici è necessario riflettere sull’evoluzione del mercato, sulla differenziazione dell’offerta e sulla qualità dei servizi. L’innalzamento del grado di professionalità degli operatori del settore in un contesto di mercato fortemente dinamico e competitivo, è la nostra priorità di intervento.

Sulla base di queste riflessioni il Progetto VocAzione Turismo mira alla creazione di un’occupazione stabile e sostenibile ed alla valorizzazione del capitale umano nel settore turistico attraverso la realizzazione di una serie di attività formative e non formative coordinate in un intervento unitario e sinergico.

Saranno, pertanto, realizzati 4 percorsi formativi per esperti nella Progettazione e conduzione di attività di animazione, comprensivi stage finalizzati all’integrazione del sapere con il saper fare e il saper essere, della durata di 400 ore nelle sedi di Cagliari, Oristano, Sassari e Olbia destinati ad 80 disoccupati, inoccupati e inattivi che saranno poi supportati nell’inserimento lavorativo mediante azioni di orientamento ed accompagnamento.

Al termine del corso sarete in grado di:

  • Progettare le attività di animazione (sportive, giochi di società ed attività ricreative) traducendo operativamente gli obiettivi definiti, individuando le tipologie di attività in funzione delle caratteristiche della clientela e del contesto in cui vengono realizzate
  • Realizzare le attività di animazione progettate secondo il programma definito e garantendo il rispetto delle condizioni di sicurezza, in modo da coinvolgere e soddisfare i partecipanti

Prospettive occupazionali

L’animatore turistico si occupa della realizzazione di attività ricreative e culturali, in particolare presso strutture turistiche di vario tipo (villaggi turistici, grandi strutture ricettive, campeggi, residence, navi da crociera, stabilimenti balneari), svolgendo anche servizi di accoglienza ed assistenza del cliente nella struttura e di organizzazione del tempo libero, anche attraverso la realizzazione di attività di intrattenimento. Il suo lavoro si svolge in équipe e la sua autonomia è limitata dal programma di animazione concordato con il responsabile della struttura.

La Certificazione di Competenze

Al termine dell’attività formativa gli allievi saranno sottoposti alla verifica delle competenze acquisite ai fini del rilascio delle relative certificazioni secondo il Sistema Regionale di certificazione delle competenze, in attuazione della Deliberazione della Giunta Regionale n. 33/9 del 30/06/2015 “Istituzione del Repertorio regionale dei Profili di qualificazione e del Sistema regionale per l’individuazione, validazione e certificazione delle competenze”.Saranno, pertanto, oggetto di certificazione le Unità di Competenza n 373- progettazione e preparazione delle attività di animazione e n. 485- conduzione di attività di animazione e di intrattenimento afferenti la figura di Tecnico dei servizi/attività ricreative e per il tempo libero presente nel Repertorio Regionale dei Profili di Qualificazione (RRPQ) della Regione Sardegna.

Obiettivi del Progetto

  • Collocare e/o ricollocare le figure formate contribuendo così all’abbassamento del livello di disoccupazione e del tasso di spopolamento;
  • Potenziare e stimolare un settore chiave per l’economia locale, come quello turistico;
  • Creare innovative competenze professionali utilizzabili dalle società, associazioni e aziende in genere, che operano nei diversi contesti sub regionali;
  • Migliorare il raccordo tra il sistema della formazione ed il sistema del lavoro in linea con le caratteristiche e le tendenze occupazionali locali;
  • Sviluppare una strategia formativa adatta all’inserimento di soggetti disoccupati/inoccupati residenti in Sardegna;
  • Diffondere la cultura del life long learning, della formazione permanente e della società della conoscenza

 


Scroll to Top